mercoledì 20 agosto 2008

Web 2.0 e Gartner Hype Cycle 2008

Tra le tecnologie analizzate dagli esperti di Gartner una in particolare ha già raggiunto un grado di maturità tale da farla ritenere ormai prossima alla definitiva affermazione:

- Web 2.0

“I concetti propri del Web 2.0 sono stati adottati entusiasticamente dal mercato consumer - secondo gli analisti di Gartner - e questo, come è già successo per altri modelli e tecnologie costituirà un potente driver alla loro diffusione all’interno delle aziende, dove stanno comunque già suscitando un notevole interesse.

Uno dei principi basilari del Web 2.0 è infatti quello della collaborazione mediante strumenti e applicazioni quali:

- Blog
- Wiki
- Social network
- Content tagging
- Mashup

Strumenti che indubbiamente favoriscono la collaborazione partecipativa e sono quindi in grado, se correttamente impiegati, di migliorare sensibilmente la produttività di chi lavora nelle aziende.

Tali strumenti faranno sì che nel giro di pochi anni potrebbe effettivamente aprirsi una nuova era per l’IT caratterizzata da sistemi, applicativi e processi participant-driven”.

1 commento:

Ronin ha detto...

Per quanto riguarda il partecipant-driven sono d'accordo. L'ascesa di tecnologie che rendono la comunicazione bidirezionale più facile è stata il motore di questo nuovo sistema. Basta ricordarsi quanto nullo fosse il 'partecipant' ai tempi delle BBS.

Quello che andrebbe evitato invece è il famoso effetto 'bimbominkia', ovvero la saturazione del canale di ritorno da parte di people unskilled sul pezzo, che porterebbe al rialzarsi di barriere di contenimento.

In un futuro quasi ideale, sarebbe bello avere una identità unica, ufficale su internet (oltre a quelle fake, che non possono mancare), riconosciuta e accreditata su diversi temi, ufficialmente skillata da anni di commenti di altri utenti specializzati. Così da avere da una parte una base solida per partecipant-driven e dall'altra scremare i troller dell'ultimo secondo.

 
Extension Factory Builder